Medicina per lo spirito

Roma si riapre alle manifestazioni artistiche, la variante Delta ci spaventa ma non si riesce a rinunciare alla riconquistata libertà, soprattutto nelle serate romane, così piene di proposte allettanti.

Nella cornice spettacolare dello Stadio Palatino è ricominciato il festival delle Letterature a Roma, una storica manifestazione della Capitale che fa parte del programma dell’Estate Romana 2021 e che  torna per la sua ventesima edizione con il tema  “Leggere il mondo”. Poeti, scrittori e tante altre voci della cultura si esprimono sul palco su questo argomento, portando la loro esperienza e la loro interpretazione sul tema.

Abbiamo già parlato del potere curativo dei libri, della letteratura, stamattina mi è giunta una testimonianza di Loredana, appena rientrata dopo la serata che si è espressa così:

Davvero bellissimo, utile, finalmente parole che nutrono piccoli semi di capacità di leggere quello che ci succede. Ieri sera parole come medicina: Non diversamente si va velocemente dal medico quando si sta male…. ma “medicina” sono tante cose…..qui le parole e la musica che come cavatappi levano il tappo delle emozioni che ci stanno chiuse in petto…. gli danno ali per fare voli, piccoli o grandi, aprono le porte delle loro scure prigioni, talora trasformano la gattabuia in una tana intima ma arieggiata….
abbiamo fiducia nelle parole giuste perché sono la prima cura e i primi passi dei nuovi sentieri …. non diversamente non tutti i medici sono bravi, umani, aggiornati….. bisogna aspettare di trovare quello giusto…. ieri sera c’erano sul palco i migliori medici delle migliori parole……. il palco in certi momenti era più un altare e le parole erano “verbo” di religiosa memoria ….. di tutti quei momenti in cui si va da qualche parte o da qualcuno per “ascoltare la parola” …. oggi con la pandemia bisogna mettere l’orecchio a terra per cercare di sentire quanto sta arrivando… e sul torace delle persone care per auscultare…. e l’occhio e il dito sui libri giusti della nuova alfabetizzazione….

Loredana

R.

come uno spettacolo tra le arti, un’esperienza sinestetica in cui le diverse arti espressive si intrecciano in un dialogo connesso, grazie alla straordinaria location dello Stadio Palatino che rende lo spazio protagonista, un tutt’uno con la narrazione. In questo contesto site-specific, cuore pulsante sono l’opera dei MASBEDO “Una finestra sul Mondo” e lo spazio sonoro di Marino Formenti che dialogano sia con gli artisti, sia con il pubblico, dando vita ogni sera a un evento esperienziale sempre nuovo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: