Visita insolita… chez Coppedè

Tra un periodo di zona rossa e una arancione, colgo l’occasione di un sabato primaverile e giallo per una visita originale, in un quartiere davvero speciale di Roma. Ultimamente il quartiere Coppedé è una meta privilegiata per le visite guidate. Musei, mostre, teatri e cinema chiusi, le passeggiate all’esterno con guida sono le sole attività culturali permesse in tempi di pandemia. Con le opportune precauzioni formiamo così un gruppo attento e curioso pronti alla ri/scoperta di angoli magici e architetture audaci, grazie alla preziosa guida di un duo fuori dal comune: Paolo e Giuseppe. Entrambi ci svelano segreti e misteri di palazzine e villini Liberty e Art Déco, piene di simbologia e bellezza.

In un contrappunto ben equilibrato e sapiente, le due nostre guide si alternano.

Paolo ci mostra il mosaico delle tre fate nell’omonimo villino e ci indica l’asimmetria e l’effetto pastiche che caratterizza l’insieme delle costruzioni, sia nella scelta dei materiali che degli stili; il tutto voluto dall’eclettico architetto Gino Coppedè. Incantati, lo ascoltiamo intorno alla Fontana delle rane alla ricerca dei 12 esemplari dell’anfibio mentre ci mostra la Palazzina del Ragno.

Giuseppe ci racconta la storia del Piper ed altre curiosità letterarie e cinematografiche, ci legge brani del carteggio Pastrone-D’Annunzio sul film Cabiria (dove compare un imponente arco riprodotto qui con quello che porta a Piazza Mincio e che congiunge i due palazzi degli ambasciatori), ci ricorda film e registi, tra i quali Dario Argento (Inferno e L’uccello dalle piume di cristallo) e Nanni Loy (Audace colpo dei soliti ignoti con Vittorio Gassman), affascinati da questa scenografia urbana così speciale.

Una buon caffé e una fetta di torta fatta in casa dalle nostre guide d’eccezione allietano la nostra passeggiata: Giuseppe e Paolo sono davvero speciali: ci fanno ritrovare una parvenza di normalità in questo panorama forzatamente privo di stimoli culturali. Ci fanno scoprire dettagli mai osservati prima e significati nascosti nelle decorazioni e architetture stravaganti del complesso di villini e palazzine di questo quartiere quasi nascosto.

Aspettiamo con ansia il prossimo appuntamento e, soprattutto, il momento in cui potremo incontrare nuovamente Giuseppe in uno dei suoi spettacoli teatrali e Paolo nei suoi percorsi artistici.

P.

Una opinione su "Visita insolita… chez Coppedè"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: