“E lei ballava” da Schegge di Cesare Capitani

Schegge di storie diverse e disparate: dal racconto autobiografico al leggendario fino al realismo surreale alla Buzzati. I racconti di Cesare Capitani ci offrono una carrellata di Schegge di personaggi-molti femminili- che si muovono in luoghi e tempi tratteggiati in modo essenziale, dagli echi e dalle atmosfere variegati. Personaggi e ambientazioni che, tra l’ordinario e lo straordinario, con humour, fantasia e autenticità, trasportano il lettore da Murano a Parigi, dalla campagna alla periferia milanese, dal Far West al giardino degli ulivi, dalla costa palermitana alle trincee della Grande Guerra.

 Schegge che descrivono, nello spazio di un breve racconto, il destino di un’umanità semplicemente autentica vista da angolazioni originali e sorprendenti:  la bella ‘straniera’ ed il suo segreto che solo lo sguardo di un ragazzino riesce a svelare, Occhio di Luna e le sue pietre magiche sullo sfondo della colonizzazione americana, la piccola Alma e il frate della Pietraia, la zia Mariuccia e la sua improbabile autovettura, la seducente sconosciuta della metropolitana, una famosa contessa toscana, una moglie ingombrante, una prostituta teledipendente, un playboy che si scopre sterile e soprattutto, la musa ispiratrice dell’autore/narratore, la stella del cinema Katharine Hepburn.

P.

Estratto in italiano
Extrait en français

articolo precedente:

https://donneconlozaino.org/2020/06/06/voci-amiche/

One thought on ““E lei ballava” da Schegge di Cesare Capitani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: