Imparare l’italiano…viaggiando

Di seguito storie di viaggi raccontate da “donneconlozainostraniere che vivono in Italia, amiche che stanno imparando l’italiano. In questo periodo in cui viaggiare per praticare e imparare le varie sfaccettature della lingua del Belpaese è impossibile, le nostre studentesse pescano nei loro ricordi e praticano la lingua redigendo testi che portano lontano dai confini delle case in cui si trovano. Le ringraziamo e volentieri pubblichiamo i loro testi e qualche immagine.

Viaggio in Irlanda

Vi racconterò uno dei miei viaggi che mi è rimasto nel cuore. Il mio viaggio di nozze..Ebbene sì, abbiamo scelto un posto fuori dal normale solito viaggio di nozze e cosi ci siamo indirizzati per la bellissima Irlanda. Arrivati a Dublino, ci siamo immediatamente rilassati al Temple pub, un mito per chi decide di partire a Dublino! È un posto veramente incantevole, oltre ad uscire piuttosto happy per le diverse guinness bevute, siamo saliti su fino ad un parco attrezzati di chitarra e abbiamo dato inizio al divertimento totale 🙂
Dublino è una città piccola: in poche ore abbiamo girato e visitato dei posti molto interessanti come la cattedrale Christ Church, la chiesa cattolica protestante, l’università Trinity college a cui aggiungo oltre alla bellezza visiva della costruzione, i giardini veramente spettacolari, dopodiché abbiamo visitato la fabbrica del whisky, della Guinness e tanto altro.

I giorni a seguire abbiamo conosciuto anche le città di Malahide, Wicklow e Cork: posti meravigliosi per la loro natura e i colori mozzafiato.  

Per concludere la sintesi del mio viaggio, vi consiglio di andare in Irlanda anche se il mio racconto non rende la bellezzadi questo paese; voglio però sottolineareil carisma e la simpatia che hanno le persone di questo posto e che mi sono rimaste nel cuore. (Viviana, Cile)

Viaggio in Nepal

Nel Novembre 2017, è accaduto uno dei più belli e importanti dei miei viaggi. Io e il mio ragazzo (che adesso è mio marito) abbiamo deciso di partire per l’Himalaya e il Tibet e siamo partiti per il Nepal. Abbiamo organizzato un trekking di 28 giorni e siamo arrivati in cima a 5 mila metri di altezza. Abbiamo visto anche il lago più alto del mondo che si chiama “Il Lago Tilicho”. Questo viaggio è stato molto importante per me perché la belleza e la grandezza del’Himalaya e la cultura del popolo tibetano hanno influenzato la mia vita e hanno cambiato la mia vista respetto al mondo. (Naghmeh, Iran)

Viaggio in Alaska

L’anno scorso sono andata in un paese che mai avevo pensato di visitare nella mia vita. Per darvi un indizio, è uno stato degli Stati Uniti, però si trova in America dell’estremo Nord. Sono andata in Alaska!

La ragione era per lavoro. La mia migliore amica aveva trovato un lavoro là per l’estate. Ricordo averle fatto una festa d’addio ma chi poteva sapere che due settimane dopo mi avrebbe chiamato per chiedere se volevo anche io lavorare là?! Non ci ho neanche pensato e ho detto sì!

Molte persone penseranno che è un posto freddo, con orsi, e ghiacciai… anche io pensavo questo. Invece è molto caldo in estate (38*C) mi è capitato di vedere un orso ma non era bianco come nei film/documentari, e purtroppo in estate i ghiacciai si stanno sciogliendo.

E’ un paese molto tranquillo giacché non ci sono tanti abitanti, il maggiore reddito è il turismo, in particolare le crociere.

Ho imparato tanto perché lavoravo dall’ora in cui il sole sorge (l’alba) fino all’ora in cui il sole tramonta.. più di 13 ore! Ho praticato il mio inglese è anche ho conosciuto tantissima gente. E’ stato un bel periodo devo dire…(Adais, Panama)

Viaggio in Provenza

Vorrei raccontare del mio viaggio in Francia, precisamente in Provenza. Un anno fa, io e il mio ragazzo, avevamo ricevuto un invito dal nostro amico Carlo, che lavora ad Aix-en-Provence, e così abbiamo comprato due biglietti per andarlo a trovare.

Siamo arrivati all’aeroporto di Marsiglia e la prima cosa che ho fatto – è stata comprare un bel croissant! Carlo ci ha aspettato dirittamente ad Aix-en-Provence e ha organizzato un tour nel centro storico. Abbiamo visto un bel mercato con prodotti tipici e bellissimi fiori e poi abbiamo fatto una pausa per prendere un caffè e devo dire che era terribile. Ho notato che la gente di Aix-en-Provence ha molto stile e eleganza. Abbiamo finito questo giorno continuando a passeggiare per il centro e cenando con altri amici in un bel ristorante francese.

Il giorno dopo abbiamo preso un bus per Marsiglia. Siamo stati lì per due giorni. Grazie al bel meteo abbiamo fatto molte cose: siamo stati sopra il monte dove c’è la chiesa di Saint Michel ( da questa chiesa c’era un bellissimo panorama), abbiamo visitato due musei (Museo del sapone e il Museo delle civiltà dell’Europa e del Mediterraneo), abbiamo mangiato le famose ostriche francesi e abbiamo comprato due chili di formaggio francese da portare in Italia.

Dopo questo viaggio ho imparato che i francesi sono i migliori a fare i croissant ma non sono capaci nell’arte del caffè. E così posso dire che mi piacerebbe viaggiare ancora in Francia ma per vivere preferisco l’Italia. (Iuliia, Russia)

Tutte le strade portano a….Roma!

Il viaggio più memorabile che ho fatto è stato il viaggio a Roma nell’ottobre del 2009. Questo viaggio ha cambiato la mia vita e ha lasciato un’impronta nel mio cuore.

In quel periodo ero una studentessa dell’ Accademia Diplomatica a Kiev e volevo scoprire il mondo. Una volta una mia compagna del gruppo, Vittoria, mi ha offerto di andare con lei in Spagna e poi in Italia. Era il mio primo viaggio in Europa. Abbiamo comprato i biglietti con il cambio in Polonia. Siamo state 5 giorni a Barcelona, dove ha piovuto sempre infine siamo arrivate a Roma. Dall’aeroporto di Fiumicino siamo arrivati con il treno a Termini e a piedi siamo arrivate la sera tardi all’hotel a Piazza Venezia. Mi sembrava tutto fantastico! La mattina quando sono uscita dall’ hotel davanti me si è scoperta la più bella panorama che ho visto.. l’Altare della Patria; sembrava che fossi in qualche posto magico.

Avevamo un piano: con la mappa in mano, volevamo fare a piedi tutto il centro di Roma e anche il Vaticano e ci siamo riuscite! I musei Vaticani mi hanno scioccato per la loro bellezza e la quantità di opere d’arte concentrate in un solo posto. Ricordo che in quel periodo non avevo tanti soldi per i musei. Mi sono accorta che la bellezza di Roma, non solo è nei musei ma anche fuori tra le vie della città.

Ricordo questo sentimento di felicità quando camminavo per le strade antiche di Roma e mangiavo un gelato grandissimo; avevo questo sentimento come fossi a casa mia.

Mi ha impressionato tutto a Roma: i monumenti, le fontane, il sole ad ottobre, il cibo, il gelato e la gente che sorrideva solo camminando.Mi dicevo: è qui casa mia e devo tornarci ancora!

Mi viene in mente anche un momento importante: siamo andate anche ad una festa grandiosa di Halloween a Palazzo Brancaccio con Dj e tanta gente. Quando eravamo a tavola con i nuovi amici italiani, c’erano tante ragazze e ragazzi che ridevano e facevano le battute in italiano e io purtroppo non capivo nulla; ho pensato in quel momento che avrei voluto imparare la lingua per capire i loro dialoghi. E infatti quando siamo tornate a Kiev, con l’amica mia, ci siamo iscritte al corso di italiano! (Maryina, Ucraina)

Il mio viaggio in Inghilterra. 

Siccome sono cittadina russa, per visitare Il Regno Unito per me era necessario avere il visto, quindi ho iniziato a fare tutti i preparativi per il viaggio con più di un mese in anticipo. Sono andata all’Ambasciata  e lì mi hanno chiesto molti documenti, ci volevano tre settimane per prendere il permesso. Il mio viaggio era stato pianificato per il primo settembre e quella mattina sono partita par l’aeroporto. Il volo durava due ore e quarantacinque minuti. Ero molto fortunata perché in questo periodo si poteva viaggiare all’estero senza auto-isolamento. L’obiettivo del mio viaggio era di andare a trovare mio marito che lavorava là. All’arrivo mi sono diretta subito alla città del sud dove abitava lui.  Provavo molte emozioni perché da molto tempo visitare l’Inghilterra era il mio sogno. Per un mese abbiamo visitato molti posti interessanti, abbiamo ammirato qualche parco naturale sulla costa meridionale, paesini carinissimi con i loro castelli medievali e le cattedrali gotiche (a proposito, il gotico è il mio stile preferito). Soprattutto mi è piaciuto il nostro giro a Londra. Avevo pianificato il percorso prima  e siamo riusciti a visitare le maggiori attrazioni turistiche e luoghi d’arte famosi per tre giorni. Fortunatamente faceva caldo e c’erano giorni soleggiati che ci hanno permesso di godere questa bellissima città.

Per quanto riguarda la cucina inglese… si può dire che non esiste, nel senso che gli inglesi non hanno una cultura culinaria tuttavia c’è qualche specialità tipica. Per esempio il pasto più famoso è la colazione che loro chiamano English breakfast, che contiene le uova fritte, della pancetta, dei fagioli stufati, dei funghi e dei pomodori pelati. Un altro pasto famoso è simile alla nostra merenda, si chiama English tea o Five-o’clock-tea, ed è il tè inglese tradizionale che viene accompagnato con latte freddo e servito con le brioche, la crema e la marmellata. Purtroppo questo Natale la pandemia ci ha costretto a passare le feste divisi: io a Roma e mio marito in Inghilterra…(Evgenia, Ucraina)

Viaggio a Madrid

L’anno scorso sono andata a Madrid con miei amici per festeggiare il Capodanno. Siamo andati in tantissimi luoghi turistici. Prima abbiamo comprato il biglietto a Valladolid per andare a Madrid, il prezzo era quindici euro. Dopo siamo arrivati alla stazione dell’autobus dove noi abbiamo incontrato con la persona del couchsurfing (una App che serve per trovare alloggio gratuito in cambio di conoscere persone di tutto il mondo). Poi, siamo andati al supermercato per fare la spesa. Abbiamo comprato pollo arrosto, bibita, vegetali per preparare l’insalata, panino, latte, e altre cose per alcuni giorni. Dopo aver finito di fare la spesa, siamo andati a casa di Dani. Insieme abbiamo preparato il pranzo e abbiamo mangiato. Mentre i miei amici lavavano i piatti, io facevo la doccia. La sera siamo usciti per andare a conoscere la città. Era la prima volta che siamo stati lì. Siamo andati alla Porta del Sole, la piazza principale di Madrid. Il primo di gennaio e il due di gennaio siamo andati alla Casa della moneta, al parco del Retiro, alla Grande Via, altre piazze e chiese. Il mezzo di trasporto che abbiamo usato erano il treno e la metro, qualche volta siamo tornati a casa a piedi. Questo bellissimo viaggio è durato 3-4 giorni. (Soledad, Perù)

Viaggi a Venezia

Oggi voglio parlare del viaggio a Venezia, che è la città più romantica del mondo. Sono arrivata con mio marito in una bella giornata dopo 7 ore di viaggio da Roma e poi con il vaporetto per entrare nella città. Ero desiderosa di vedere le persone mascherate perché in quel periodo era Carnevale, ma non solo per la festa ma anche perché Venezia è una delle città più famose. Sono andata sulla torre in piazza San Marco a godere del panorama della città e poi ho camminato tra i vicoli e i ponti senza traffico e mi sono sentita benissimo. Poi ho mangiato gli spaghetti in una scatola di carta che ha cucinato un cinese ( ho mangiato spaghetti in Italia in negozio di cinese ^^ ) . Poi ho fatto tante foto con le persone truccate e mascherate come nel passato. Ho avuto ancora tempo per prendere il vaporetto per visitare altre isole con tutte le case colorate.

La sera ci siamo goduti il ponte di Rialto con tante luci e tante persone che passeggiavano e abbiamo mangiato cibo tipico di Venezia che si chiamano “cicchetti”. Poi eravamo stanchi e siamo tornati in albergo per riposarci. La stanza era molto bella e in stile antico, mi piaceva tanto e ho dormito subito. Ho voluto scrivere di questo viaggio per non dimenticare quei magnifici momenti. (Hoang Thi Thang Giang, Vietnam)

Io e il mio compagno siamo andati a conoscere Venezia nel mese di settembre del 2020. Sempre ho avuto desiderio di conoscere Venezia, per tutta la sua bellezza e la sua storia! Siamo partiti dalla stazione Termini e siamo arrivati alla stazione di Santa Lucia, un viaggio fatto di notte molto tranquillo.

Arrivando a Venezia, ho potuto ammirare la bellezza di quella città, sono stato sorpreso perché ho trovato una città vuota, per la mancanza di tutti i turisti non arrivati per il momento covid. Ho potuto così conoscere una Venezia più tranquilla e visitare l’isola di Burano, una isola piccola e piena di colore.

Per me la chiesa di San Marco è il posto più bello della città, una chiesa piena di storia e molta simbologia antica; mi ha colpito soprattutto la facciata per la sua bellezza unica. (Marcos, Brasile)

Il mio viaggio per l’Italia

Il 16 ottobre  2017, sono partita dalla Costa d’Avorio (il mio paese) alle 10 di sera e sono arrivata a Parigi (Francia) alle 4 della mattina. Poi ho preso un altro aero per l’Italia. Dopo 2 ore di volo sono arrivata qui. Ho scoperto un paese diverso dal mio. Amo questo paese per la sua tranquillità. Spero di trovare un lavoro dopo la scuola per prendermi cura di mio figlio. (Catherine, Costa d’Avorio)

P.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: