Retake

Palestre chiuse e voglia di  muoversi, stanchezza di solitarie sessioni di pilates su zoom…

 La seconda ondata di pandemia mi ha spinto fuori casa. Se fino alla scorsa settimana la mia meta preferita era la spiaggia di Ostia, da qualche giorno infilo le scarpette da ginnastica e mi avvio al parco degli acquedotti , una meraviglia poco distante da casa mia.

Il Parco è uno dei luoghi più affascinanti di Roma, si estende per circa 240 ettari. Quando mi reco lì godo della luce del mattino e di  quella rossa  del tramonto,  che a qualsiasi ora rilassano e tranquillizzano riportandomi al passato con la loro suggestiva bellezza.  

Il Parco degli Acquedotti fa parte del Parco Regionale Suburbano dell’Appia Antica. Qui si trovava il punto fondamentale di snodo della rete idrica dell’antica Roma, dove si intersecavano e si sovrapponevano gli acquedotti che rifornivano di acqua la città.

Gli acquedotti sono  sette : Anio Vetus, Anio Novus, Aqua Marcia,  Tepula,  Iulia, Aqua Claudia e l’Acquedotto Felice. Quest’ultimo è tuttora funzionante, fu edificato nel 1585 da Papa Sisto V sulle arcate dell’Acquedotto Marcio.

 Il Parco  ospita anche edifici antichi, tra cui la villa delle Vignacce, il casale di Roma Vecchia e la Villa dei Sette Bassi.

Molti  condotti  dell’acquedotto oggi non sono più visibili, sia perché molti avevano un percorso sotterraneo sia perché alle strutture esterne degli acquedotti più antichi sono state sovrapposte quelle più recenti.

Stamattina, superando  il Casale di Roma Vecchia, mi sono imbattuta in  un gruppo di persone: alcune, munite di guanti, stivaloni  e zappe, immerse in un ruscello, lo pulivano da erbacce e sporcizia, altre sistemavano un pezzo di terra, la “casa delle farfalle”. Mi sono avvicinata curiosa, e ho chiesto loro notizie. Fanno parte di un’organizzazione chiamata Retake ,  che è un movimento spontaneo di cittadini, nato per promuovere la bellezza e la rigenerazione urbana di Roma, incoraggiando così i cittadini a contribuire alla crescita civile ed economica della città di Roma e a preservarne il patrimonio storico e naturalistico.

Il campo di azione di Retake Roma riguarda gli spazi pubblici, ( strade, piazze, aree verdi, spiagge, edifici),  dove  agisce con progetti e iniziative di diversa natura.

Al Parco degli Acquedotti si organizzano svariate iniziative quali pulizia e manutenzione del Parco, cura del Giardino delle farfalle e altro ancora. Nella pagina Facebook “Retake Roma Parco degli Acquedotti” si possono trovare gli appuntamenti a cui si può partecipare liberamente per poi eventualmente diventare volontari dopo avere toccato con mano (in senso vero visto che il lavoro manuale è tanto) l’impegno richiesto. A me è sembrata un’iniziativa lodevole, frequento il Parco da tanti anni e ho notato davvero un sensibile miglioramento delle aree verdi, nonostante i gitanti poco attenti è raro vedere rifiuti e escrementi.

R.

https://www.facebook.com/groups/2498385307117870

3 pensieri riguardo “Retake

  1. Bravi i volontari! Ormai il numero dei giardinieri comunali è ridottissimo, sarebbe impossibile curare tutto il patrimonio verde pubblico della capitale! Buona passeggiata..

    "Mi piace"

  2. Mi piace molto questa associazione…utilissimo il lavoro che svolge.Quasi quasi mi coinvolgo per dare il mio modesto contributo.Oggi ci penso.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: