Ladispoli si anima

Teresa ci invia la foto di un’opera d’arte popolare del periodo Covid: la scultura è scavata nel tronco di un albero caduto nei giardini di Ladispoli.

L’interpretazione è soggettiva…potrebbe essere una coppia dove la donna è rannicchiata vicino all ‘uomo, oppure due uomini, uno accovacciato accanto all’ altro. Non c’e’ alcuna intestazione…perciò si è liberi di dare un nome all’opera e farsi ispirare.

Nella foto qui dotto c’è un’immagine inusuale per le strade della cittadina: due poliziotti a cavallo che vigilano sull’osservanza delle norme.

Queste invece sono le nespole appena raccolte nel mio giardino, non vi inganni la cassetta con su scritto Calabria, sono autoprodotte qui, in quel di Ladispoli.

Teresa

Author: ragaraffa

Blogger per passione e per impegno, ama conoscere e diffondere le voci delle donne che cambiano.  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

This field is required.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*This field is required.