Santiago del Cile

Quarto giorno della nuova quarantena per tutta la città di Santiago. Zona Las Condes tutto ok , quasi nessuno a spasso e pochissime macchine.. Non sembra davvero la capitale del Cile , una metropoli , con più di 6 milioni di abitanti e un traffico nevrotico che é aumentato progressivamente negli ultimi anni.

Ma questa quarantena non è uguale in tutte le zone capitoline . Infatti da ieri è ricominciata una grande effervescenza popolare motivata, questa volta, a differenza della rivolta sociale dell’ottobre scorso, non dalle rivendicazioni logiche di una società rimasta nel passato con grosse ingiustizie sociali, ma “ dalla fame” . Infatti le cose sono strettamente legate: noi a casa tranquillamente con gli stipendi e le pensioni depositate sui conti correnti ma chi si guadagna la vita giornalmente per strada inizia ormai a sentire i problemi di questa maledetta pandemia.

Il cibo non manca… alla gente mancano i soldi per comprarlo
“ Tenemos hambre” è stato detto ieri in diverse zone popolari di Santiago. Prima la rivolta sociale era per la salute , educazione , pensioni… adesso per il cibo
Tutta Santiago in quarantena , quelli che lavorano e vivono alla giornata ancora più poveri non potendo uscire a provvedere al fabbisogno familiare …
Crisi grave e si moltiplicano le morti e quadruplicano i contagi
Col freddo ancor peggio immagino io … tutto si complicherà

Oggi … in più … neppure il cielo è più blu.

Ana Maria detta Pic

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: