Un amico è andato via

Oggi ci ha lasciato un grande scrittore, Luis Sepulveda.

Era ricoverato da fine febbraio a Oviedo. Aveva 70 anni.

Giorni  sconfortanti questi, dove si assiste allo sfilare di camion pieni di morti che non trovano posto nelle loro città , ennesimo dolore per i cari che non hanno potuto porgere loro l’ultimo saluto e non possono  nemmeno officiare un rito consolatorio. 

Ma il dolore ci tocca ancor più forte quando si conoscono i loro nomi. La scorsa settimana il ginecologo che ha fatto nascere la mia nipotina, e poi amici  e ancora amici  di amici.  Oggi, ci ha lasciato il compagno di tanti anni di letture, rivoluzionario, poeta, attivista, cileno. Un nome da torero, come il suo riuscito libro, Sepulveda, giovane e vecchio che leggeva romanzi d’amore, che ci ha insegnato a volare con la fantasia, che ho fatto conoscere ai miei figli ed ai miei alunni che a volte si identificavano con il gatto eroe, altre con con la gabbianella che apprendeva a volare , ma che lasciava tutti con la poesia nella mente.

Un pensiero corre alla sua  compagna di vita, amata durante la tirannia  e ritrovata dopo anni per condividere giorni di serenità, letteratura, festival e canzoni. Il Covid  è riuscito là  dove non era arrivato Pinochet. Ti piangerà il Cile, torneranno in Patagonia le tue ceneri, là nella terra dove tutto è iniziato, il mondo aveva ancora bisogno di te, un po’ guerriero mapuche, un po’ fiero spagnolo, sempre cittadino del mondo, difensore  dei deboli e degli oppressi.

Ti ho letto ed amato poco prima di partire per Il Cile. Allora di quel paese conoscevo soltanto Allende e gli Inti Illimani, poi, una volta lì, l’ho percorso in lungo e in largo, dal deserto di Atacama alla carrettiera Austral. Ho amato la tua terra, la tua lotta per liberarla da una triste dittatura. Prima di andare via  da Santiago ho regalato alla fondazione Allende un documentario sulle Arpilleras, le donne che con un pezzetto di tela nascosto nelle valigie e negli zaini (ah, le donne con lo zaino!…) facevano conoscere al mondo ciò che avveniva laggiù. Lo pubblico qui sul blog, come dedica a tutti quelli che amano te e la tua terra.

Periodico de tela

Raffaella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: